Škriniar: “Con Conte vogliamo lottare per i primi posti”

In esclusiva ai microfoni di SportMediaset, Milan Skriniar ha risposto ad alcune domande:

Milan, sei pronto per la nuova stagione? Sei arrivato prima di tutti, avevi tanta voglia di ricominciare….
“Sono pronto, sì. Non sono se arrivato prima di tutti, forse insieme ad Handanovic. C’è tanta voglia di lavorare e migliorarsi, siamo pronti per la stagione”.

In tanti ti vedono capitano dell’Inter in futuro, dopo Handanovic. Ti piacerebbe?
“Un giorno sì, ma adesso non ci penso. C’è un nuovo allenatore e noi dobbiamo pensare a giocare, lavorare bene e migliorare”.

Per restare hai rifiutato offerte molto importanti anche dal punto di vista economico.
“Ho sempre detto che volevo restare qui, alla fine sono rimasto e sono contento così. Come ho detto prima, bisogna lavorare sempre bene, tanto più ora che c’è un nuovo allenatore”.

Cosa ti ha sorpreso più di Conte? Come si sta lavorando?
“Si sta lavorando duro e bisogna fare così, anche perché c’è un nuovo sistema: bisogna stare attenti quando lavoriamo sulla tattica, ma anche quando facciamo esercizi”

Conte come ti è sembrato?
“Sapevo che era un professionista vero: si è visto dal primo giorno, sapevo che era così”.

In conferenza ha parlato di ferocia e maglia sudata. A giudicare da questi primi giorni…
“Sì, stiamo sudando molto in questi giorni, ma bisogna continuare a lavorare sempre duro”

Difesa a tre: come ti trovi?
“Per un paio di partite abbiamo giocato con questo sistema anche l’anno scorso, ma era un po’ diverso. Ora ci stiamo lavorando e se facciamo quello che dobbiamo, faremo bene”. 

Staresti meglio a sinistra o a destra?
“Nella difesa a quattro ho giocato centrale sinistro, ma posso stare anche a destra o al centro. Gioco dove decide il mister, per me non c’è problema”

Il mister parla anche molto faccia a faccia, ha fatto dei colloqui? A te cosa ha chiesto?
“Non abbiamo parlato ancora faccia a faccia. Ma chiede a tutti di lavorare bene e di dare tutto dal primo giorno di ritiro”.

La situazione di Icardi e Nainggolan che sono stati messi in disparte: vi dispiace, può crearvi dei problemi?
“Sono qui con noi, questa è una domanda per la società e per il tecnico. Non posso dire nulla a riguardo”.

Ti è dispiaciuto per Spalletti? Gli hai dedicato un bel messaggio quando è andato via.
“Avevamo un bel rapporto ma il calcio è questo, le cose cambiano giorno per giorno. Ero un po’ dispiaciuto, ma ora abbiamo un nuovo allenatore”

Cosa vuoi fare per crescere ancora di più?
“Lavorare bene e dare sempre tutto per la squadra, così possiamo fare grandi risultati”.

Conte può vincere lo scudetto?
“Lavoriamo per quello, vogliamo lottare per i primi posti”.

Fonte: Sportmediaset