Biraghi: “Contento di essere tornato. Sono sempre stato interista”

Prime parole della nuova avventura in nerazzurro per Cristiano Biraghi. L’esterno mancino, arrivato dalla Fiorentina, ha raccontato le sue sensazioni dopo il ritorno all’Inter, con cui aveva debuttato in Champions League nella stagione 2010/2011. Queste le sue parole a Sky Sport: “Penso di essere tornato all’Inter nel momento giusto, quello in cui ho raggiunto la mia maturità, calcistica ed extra-calcistica. Credo di avere raggiunto un livello adatto a mettermi a disposizione di questo grande club, di questa grande squadra. Ora devo dimostrare di poterci rimanere, ma sono pronto”.

L’Inter è nel destino di Biraghi, cresciuto interista e che ha disputato molte partite nel nostro vivaio, fino al debutto in Prima Squadra: “Vengo da una famiglia di tifosi nerazzurri, mi hanno tramandato questa fede calcistica: fin da piccolo il mio sogno era giocare con la maglia dell’Inter. Ci sono riuscito, prima nelle giovanili poi con il debutto, nove anni fa. Ma all’epoca ero un ragazzo aggregato dalla Primavera, non ero pronto per stare a quei livelli. Ho fatto tanta esperienza, sono cresciuto e ora sono tornato”.

L’impatto con il mondo Inter è stato subito positivo: “Ho trovato un ambiente serio, che ha un obiettivo veramente importante: tutti lavorano per riportare l’Inter dove merita di stare. Ho visto una società e un gruppo che vogliono vincere trofei”.

Per Biraghi primo allenamento con la squadra: “Cercherò di entrare subito nei meccanismi della squadra. Ho visto la partita con il Lecce e si è vista l’intensità di gioco. Quando si lavora bene e con intensità, in campo si vede”.

“I nuovi arrivati sono giocatori di livello internazionale, che hanno fatto bene in più campionati e anche in Nazionale. Possono alzare il livello della squadra, e quando si alza la qualità, si alzano anche il livello degli allenamenti. E così, poi, la domenica, tutto diventa più facile”.

Fonte: inter.it