VIDEO / Romania Under 21, il toccante omaggio di Radu alla sorella scomparsa: “Ti devo tutto”

Sei gol in diciotto minuti: emozioni forti tra Inghilterra e Romania al Manuzzi di Cesena in campo, ma anche al fischio finale. La squadra del c.t. Mirel Radoi ha sorpreso in questo Europeo: dopo il 4-1 agli inglesi è a punteggio pieno nel girone e le basta pareggiare contro la Francia all’ultima giornata per conquistare la qualificazione. Ionut Radu si è fatto notare con grandi interventi e al fischio finale si è lasciato andare alle lacrime e a un omaggio speciale

Cori e applausi a Cesena per Radu, decisivo con due parate nel finale che hanno permesso alla Romania di conquistare la vittoria: come testimonia un video, il portiere di proprietà dell’Inter ma in prestito al Genoa si è commosso, si è battuto i guantoni sul cuore, poi ha mostrato la maglietta dedicata alla sorella scomparsa nel 2006 all’età di 14 anni: “Ti devo tutto, ti amo, Ema”. C’è un angelo custode dietro le ottime cose fatte dal giocatore negli ultimi mesi?

La madre del portiere ha raccontato il legame che unisce il figlio Radu con la sorella scomparsa ai microfoni della Gazeta Sport: “Ionut sente che Ema è il suo angelo custode. Preghiamo sempre per lei. Mio figlio sotto la sua divisa indossa sempre una maglietta con la foto di sua sorella. In una partita con l’Academia di Hagi ero dietro la porta quando è stato fischiato un calcio di rigore. Ionut si è girato verso di me, mi guardato e mi ha detto che Ema era in cielo pronta ad aiutarlo. Ha parato il rigore e mi ha detto che si sentiva un altro uomo col pallone tra le mani”. La semifinale per la Romania è un passo: Radu riuscirà persino a vincerlo questo Europeo con l’aiuto di Ema?

Fonte: ilposticipo.it